Non perdo nemmeno se mi battono

Non perdo nemmeno se mi battono

Prezzo di listino
€15,00
Prezzo scontato
€15,00
Imposte incluse.

Titolo: Non perdo nemmeno se mi battono
Sottotitolo: Per una teoria anarchica del combattimento
Autore: Antonio Di Ciolo - Roberto Scarpa
Pagine: 190
Prezzo: € 15,00
Rilegatura: Brossura
Pubblicazione: Settembre 2019
Illustrato: si
Dimensioni: 14×21 cm
ISBN: 9788865284742
Collezione: Sport

Sarà mai possibile raccontare la scherma e una lunga esperienza come quella del maestro Antonio Di Ciolo? Forse si può tentare di farlo soltanto mostrando molti punti di osservazione e prendendo la rincorsa da lontano. Per esempio iniziando dal 1905, anno di nascita di Luciano, padre di Antonio Di Ciolo; o addirittura prendendo le mosse dal nonno, l’anarchico Dosolino. Perché, al contrario di quanto si crede, la scherma non è soltanto uno sport e non è, soprattutto, un fatto individuale. Non perdo nemmeno se mi battono segue l’evoluzione della scherma lungo almeno un secolo concentrandosi poi su ciò che avviene negli anni del dopoguerra, gli anni della formazione di Antonio Di Ciolo e dell’inizio del suo esperimento di successo. Ma questo non sarebbe ancora stato sufficiente. Alla voce narrante di Antonio che ci porta all’interno della sala di scherma e della sua lezione, alla declinazione del suo alfabeto schermistico, era necessario aggiungere le voci degli allievi. Così il figlio Enrico, i campioni Alessandro Puccini, Salvatore Sanzo e Simone Vanni ci prendono per mano e ci aiutano a rivivere i momenti principali di un’avventura cui vorremmo tutti partecipare: l’avventura di un felice rapporto tra maestro e allievo, di un felice rapporto tra le generazioni.

Antonio Di Ciolo nato a Pisa il 12/07/1934, inizia a fare scherma nel 1948 con il M° Oreste Puliti. Nel 1959 riceve il Diploma Maestro di scherma all’Accademia Nazionale di Napoli. Dopo il Diploma magistrale si iscrive all’ISEF di Roma e si diploma nel 1960. Svolge l’attività di Professore nelle scuole pubbliche per 33 anni (insegna Educazione Fisica nelle scuole pubbliche e private). Ha insegnato Educazione Fisica dal 1959 al 2000 nella Palestra Di Ciolo. Insegna scherma: dal 1959 al 1993 nel CUS Pisa, dal 1993 al 1996 nella Fides Livorno, dal 1994 al 2006 nel Pisascherma e dal settembre 2006 nel CSP Di Ciolo (di cui è Presidente Onorario). Nel 1981 inizia la carriera di Maestro di scherma per Atleti in carrozzina. È insignito del Titolo di Ufficiale al Merito della Repubblica, Stella di Bronzo del CONI, Maschera d’Oro della FIS. Ha pubblicato numerosi testi sulla motricità e
sulla scherma, gli ultimi in ordine di tempo: Pronti a Voi con disegni di Paolo Macchia (1996); Tra affondi e schivate con Paolo Gianfaldoni (2004); La Scuola Di Ciolo con Enrico Di Ciolo, Simone Piccini, Sabrina Ballestracci (2007); Il Manuale
di Scherma con Enrico Di Ciolo (2010).
Allenatore della Nazionale Disabili dal 1985 al 2000.
Allenatore della Nazionale di Scherma FIS dal 1994. Ha partecipato a:
• 10 Campionati del Mondo Assoluti (1995, 1997, 1998, 1999, 2001, 2002, 2003, 2005, 2006, 2007)
• 4 Paraolimpiadi (1988,1992,1996).
• 4 Olimpiadi (1996, 2000, 2004, 2008)


Roberto Scarpa (Livorno, 1952). Attore, scrittore, formatore e organizzatore teatrale. Ha ideato e diretto Prima del teatro: scuola europea per l’arte dell’attore cui collaborano alcune fra le principali scuole di teatro europee.
Ha curato due volumi di Andrea Camilleri: L’ombrello di Noè (Rizzoli, 2002, rist. 2013) e Le parole raccontate. Piccolo Dizionario dei termini teatrali (Rizzoli, 2001).
Ha pubblicato: Il coraggio di un sogno italiano (Scienza Express, 2013); L’uomo che andava a teatro. Storia fantastica di uno spettatore (Moretti & Vitali, 2009); Non tutto qui (Nicolodi, 2004).
Ha pubblicato saggi in vari volumi (e riviste) fra cui: Il viaggio teatrale di Andrea Camilleri (in Andrea Camilleri, Il quadro delle meraviglie, Sellerio, 2015); Nenè Camilleri sugno (in AA.VV., Granteatro Camilleri, Sellerio, 2015); In teatro con
Carmelo Bene (in Pinocchio in volo tra immagini e letterature, a cura di R. Dedola e M. Casari, Bruno Mondadori, 2008).
Nel 1991 la Guildhall School of Music and Drama di Londra gli ha conferito la Honorary Fellowship.