La riforma dello sport: la nuova governance delle organizzazioni sportive e gli adeguati assetti organizzativi aziendali

La riforma dello sport: la nuova governance delle organizzazioni sportive e gli adeguati assetti organizzativi aziendali

Prezzo di listino
$23.00
Prezzo scontato
$23.00
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Titolo: La riforma dello sport: la nuova governance...
Autore: Giancarlo Di Stefano
Pagine: 140
Prezzo: 20,00 €
Rilegatura: Brossura
Pubblicazione: Giugno 2023
Illustrato: no
Dimensioni: 16×22 cm
ISBN: 9788865286357
Collana: Arnus

Giancarlo Di Stefano è Professore ordinario di Economia aziendale presso il Dipartimento di Scienze motorie e del Benessere dell’Unicversità degli Studi di Napoli Parthenope dove è titolare degli insegnamenti di “Economia e governance delle aziende sportive” e di “Business plan delle aziende sportive”. I temi di ricerca affrontati, sui quali l’autore ha pubblicato diversi lavori, riguardano la comunicazione economico finanziaria, la corporate governance e le determinazioni aziendali di sintesi. 

Per la sua importanza ed i risvolti che lo accompagnano in tutte le sue manifestazioni lo sport può essere facilmente visto all’interno di un’ottica multidimensionale. 

Lo sport riguarda diversi ambiti della vita quotidiana di ognuno, allena il corpo e la mente, ma ma educa anche al rispetto, alla disciplina, alla capacità di interazione con gli altri. A livello economico, ha un peso importante sul PIL del Paese e sostiene l’occupazione, direttamente e indirettamente, di decine di migliaia di persone qualificandosi come uno dei più importanti settori industriali. 

Di fronte a questi aspetti che rivelano opportunità ed occasioni di crescita insospettabili per il settore non deve meravigliare l’attenzione crescente che il mondo delle sport sta ricevendo di recente a livello istituzionale. 

Ne è sicuramente una riprova la riforma dello sport, di recente varata. 

La riforma dello sport, nata dopo un lungo e travagliato iter, dovrebbe dare un potente contributo al nostro paese per allinearlo con gli standard internazionali permettendoci di perseguire risultati ancora migliori non solo sui podi delle competizioni di tutto il mondo. 

Essa dovrebbe costituire pure un reale potente stimolo economico per l’intero sistema Italia senza tralasciare la possibilità che si traduca anche in un motore per il cambiamento a livello del singolo cittadino, che dovrà sempre più associare alla condizione di fruitore dello spettacolo sportivo quello di diretto interprete dello sport a livello dilettantistico coerentemente con le proprie capacità personali, la propria età, e stato di salute. 

E’ proprio per questo motivo che in questo lavoro, di taglio necessariamente introduttivo, una particolare attenzione sarà rivolta al variegato e complesso universo sportivo dilettantistico senza tralasciare, alcune importanti considerazioni che riguardano il mondo professionale. 

La tendenza a praticare un’attività sportiva al di fuori di qualunque organizzazione, la crescente partecipazione femminile e della popolazione meno giovane, l’affermarsi di nuovi bisogni legati alla cura del corpo, alla salvaguardia del benessere fisico e mentale, al miglioramento della qualità della vita, al recupero del rapporto con l’ambiente sono tutti fenomeni che devono indurre una seria riflessione sui cambiamenti epocali che il mercato dello sport sta da tempo subendo ed indurre le necessarie correzioni nell’ambito dell’offerta sportiva se si vuole mantenere, come fanno altri paesi come ad esempio la Francia, un corretto ed adeguato livello di governance pubblico nel lungo periodo nel settore.